Top
”MARE D'INVERNO”, LA GIORNATA DEDICATA DA “FARE VERDE” ALLA PULIZIA DEGLI ARENILI COMPIE TRENTA ANNI - La Terra dei Figli
fade
3751
post-template-default,single,single-post,postid-3751,single-format-standard,eltd-core-1.2.1,flow child-child-ver-1.0.1,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-type2,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-header-style-on-scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

”MARE D’INVERNO”, LA GIORNATA DEDICATA DA “FARE VERDE” ALLA PULIZIA DEGLI ARENILI COMPIE TRENTA ANNI

”MARE D’INVERNO”, LA GIORNATA DEDICATA DA “FARE VERDE” ALLA PULIZIA DEGLI ARENILI COMPIE TRENTA ANNI

Ha raggiunto il suo trentesimo anno la manifestazione nazionale “Il Mare d’Inverno”, organizzata dall’associazione ambientalista “Fare Verde”. L’evento e’ nato nel Lazio nel 1992 ed ha presto assunto una identità nazionale, su iniziativa del fondatore di “Fare Verde”, il compianto Paolo Colli. 

La manifestazione è in programma domenica 7 marzo nel rispetto delle norme anti-covid. L’evento ha ricevuto il patrocinio della Commissione Ue-Rappresentanza per l’Italia, del ministero dell’Ambiente, del Comando generale della Guardia Costiera, della Regione Lazio. Tra le adesioni anche quella dell’europarlamentare di Fratelli d’Italia, Nicola Procaccini, responsabile nazionale Dipartimento Energia Ambiente di Fratelli d’Italia, che ha così commentato:

“La trentesima edizione di “Mare d’Inverno” è una delle iniziative più importanti e significative a livello nazionale per la salvaguardia delle nostre coste, a cui negli anni ho sempre preso parte con grande piacere. Rinnovo quindi la mia adesione, domenica sarò presente in spiaggia con gli amici di “Fare Verde” per testimoniare il mio grande apprezzamento. 

Tra i tanti insegnamenti che l’ideatore dell’evento e fondatore di “Fare Verde, Paolo Colli, ci ha lasciato, questa giornata dedicata alla pulizia e tutela delle nostre coste è certamente una delle eredità più significative. Non soltanto per il valore dell’iniziativa in termini concreti, ma in quanto rappresenta un modo di intendere la tutela ambientale in cui mi riconosco, fatta di azioni concrete partendo dalla difesa del proprio territorio, della terra in cui si vive, e lontano da ideologie globaliste pitturate di verde che appartengono a un ambientalismo da salotto”.

Avatar
La Redazione